Quanto ne sai sulla struttura e funzione della Pelle?

Ecco alcune nozioni generali per conoscere meglio il mondo Pelle.

Ma la pelle è un organo?

Sì,lo è esattamente come cuore o polmoni.Per essere precisi è il più grande organo del corpo umano con 2 mq in media di tessuto. Costituisce circa il15% del peso totale di una persona.

A cosa serve esattamente?

Le sue funzioni sono molteplici:principalmente contiene ma soprattutto proteggere i muscoli, le ossa e le terminazioni nervose.

Stabilisce il nostro “confine fisico” definendoci strutturalmente.

E’ fondamentale per la termoregolazione:si adatta alla temperatura esterna innescando meccanismi di vasodilatazione o costrizione per cercare di mantenere stabile quella interna.

Ci difende dagli agenti esterni ed in particolare permette la “vita fuori dall’acqua”:impedisce la rapida e mortale disidratazione totale che avverrebbe in pochissimo tempo.

Che ciclo vitale ha?

È un continuo divenire. Ogni giorno muoiono delle cellule e ne nascono di nuove: un ciclo totale di ricambio avviene in circa 28 giorni. La cute inoltre mette  in atto una sorta di auto esfoliazione (persino mentre si dorme).

Quanta pelle perdiamo al giorno?


Quasi 1 grammo. E nel corso della nostra vita ne perdiamo circa 20 kg.

Ogni 3-4 settimane, infatti, cambiamo completamente lo strato superficiale della pelle (l’epidermide). In pratica, ogni minuto, 30 mila cellule muoiono per essere sostituite da nuove. Questo ricambio è assicurato dal continuo processo di crescita dell’epidermide, dall’interno verso l’esterno..

E’ costituita a strati?

Sì,da 4 in generale:partendo dal più profondo troviamo DERMA poi GDE (giunzione dermo-epidermica)quindi EPIDERMIDE( composta a sua volta da 5 strati) e,di recente definizione,il MICROBIOTA CUTANEO.

Ogni “strato” rappresenta uno stadio di mutazione/metabolismo /aspetto differenziante che subisce ogni cellula a partire dallo strato più profondo dell’epidermide(strato basale o germinativo) fino al più superficiale(corneo disgiunto)nell’arco di 28 giorni.

Come si chiamano le cellule della Pelle?

Cheratinociti che migrando verso l’esterno diventano Corneociti.

Ma la pelle respira?

Sì,la pelle respira.Se ne parlava già agli inizi del ‘900 ma negli ultimi anni è stato provato a livello scientifico.

La funzione di scambio gassoso,con assorbimento dell’ossigeno atmosferico,avviene nei primi starti epidermici,parliamo di circa 0,4 micron di spessore.

Da cosa deriva il colore della Pelle?

La pigmentazione cutanea è dovuta sostanzialmente all’accumulo di granuli di melanina nei cheratinociti.

La fase iniziale della sintesi consiste nell’ossidazione di un amminoacido (chiamato L-tirosina) da parte di un enzima (tirosinasi) che lo trasmuta in melanina.

E’la combinazione dei 2 i principali tipi di pigmento melaninico, feomelanina(color rosso giallastro) e eumelanina (pigmento scuro), che porta al colore effettivo della pelle.

La nostra personale tonalità naturale di pelle è quindi un mix tra questi 2 pigmenti a cui si possono aggiungere elementi caratterizzanti dovuti all’alimentazione, allo stato di salute e fattori genetici.