I 10 consigli da estetista per contrastare l’esposoma dell’invecchiamento

  1. Detersione quotidiana a risciacquo e utilizzo di creme che ottimizzino la
    funzionalità di barriera della pelle

    La sera è fondamentale detergere e sciacquare la pelle per alleggerirla dal peso della patina di sostanze inquinanti che si è depositata durante l’arco della giornata, nonché dai residui di trucco,così da essere predisposta a ricevere i cosmetici serali e a rigenerarsi durante il sonno. La mattina per dare una sferzata di energia e prepararla ad accogliere al meglio i cosmetici giorno.
  2. Utilizzo di un filtro solare tutto l’anno
    Vale soprattutto per i fototipi chiari e fototipi scuri tendenti a discromie. Di norma nelle creme destinate all’uso diurno è presente un filtro schermante ma in alcuni casi può non essere sufficiente. La comparsa di rughe può essere diminuita fino al 25% utilizzando quotidianamente filtri per la luce.
  3. Pelle ambrata ed auto abbronzante
    L’utilizzo dell’auto abbronzante non provoca problematiche di invecchiamento cutaneo poiché la pigmentazione deriva da una reazione chimica superficiale.
  4. I cosmetici innovativi consentono di creare un effetto “seconda pelle” protettivo per rimbalzare particelle inquinanti e contemporaneamente svolgere azione anti ossidante e anti radicalica
    Peptidi biomimetici,Vitamine ,estratti botanici,PHAs,AHAs sapientemente miscelati costituiscono un pool che permette quotidianamente di contrastare i danni esogeni e sostenere la lotta contro quelli endogeni.
  5. Alimentazione sana ed equilibrata
    E’scientificamente provato che un’alimentazione varia ed attenta permetta alla pelle di ricevere tutte le sostanze di cui necessita,giusta quantità di acqua, acidi grassi buoni, vitamine e minerali.
  6. Evitare colpi di calore da raggi infrarossi
    Portare la pelle dalla sua temperatura ottimale (circa 33°) a oltre 40° provoca danni ossidativi al DNA ed infiammazione.
  7. Sonno di bellezza!
    E’ proprio il caso di dirlo:dormire ti fa bella! E’di almeno 5 ore il limite minimo di ore notturne indispensabili per godere appieno dei benefici rigenerativi del sonno.
  8. Non fumare
    I danni alla pelle sono quantificabili in circa 7,5 anni in più a parità di età effettiva a partire dai 50 anni.
  9. Parola d’ordine: relax
    Lo stress della quotidianità non è qualcosa di astratto:si concretizza in materia fisica come reazione chimica organica! Ritagliarsi momenti di relax diventa fondamentale in una visione globale di stile di vita sano. Dallo yoga alla passeggiata,dal dedicare attenzioni al proprio corpo a leggere un bel libro,non importa cosa si preferisca, basta farlo!
  10. Sport
    L’attività fisica svolta con regolarità e calibrata alla propria persona,contribuisce a migliorare l’ossigenazione della pelle e rientra quindi nel progetto antiaging!

    Il ruolo dell’estetista deve essere quello di saper consigliare non solo una cosmesi deguata,ma anche uno stile di vita che consenta di ridurre i danni legati all’esposizione ai fattori ambientali.